Esiste un metodo di ottenere un ringiovanimento dello sguardo senza tagli né sanguinamento né punti di sutura?

La risposta è , attraverso l’utilizzo di un particolare macchinario che vaporizza progressivamente lo strato corneo della pelle che risulta moderatamente in eccesso a livello delle palpebre.

Questa tecnica per questa sua peculiarità viene definita non ablativa, in quanto non si effettuano incisioni né col bisturi né con il laser, non c’è sanguinamento e non viene modificata la struttura muscolare sottostante. La vaporizzazione dello strato cutaneo interessa lo strato dei corneociti (cellule morte) o comunque senza intaccare lo strato germinativo della membrana basale da cui si rigenerano le nuove cellule epiteliali.

La pelle palpebrale viene trattata con piccoli spot effettuati con un Plexer, distanziati gli uni dagli altri in modo comunque da mantenere una certa plasticità della palpebra in movimento.

Il dolore intra-trattamento è controllato mediante l’applicazione 60 minuti prima di una crema anestetica. L’edema che ne consegue dura per 72 ore circa e l’applicazione di apposite compresse ghiacciate insieme all’assunzione di integratori antiedemigeni per os coadiuvano la breve convalescenza.

Subito dopo il trattamento compaiono delle piccole crosticine che dovranno cadere da sole nel giro di 4-8 giorni. Questa differenza di tempo è fondamentalmente dovuta all’intensità del trattamento (più o meno profondo rispetto allo strato corneo) ed alla estensione della parte trattata.

Le parti sublimate dal Plexer dovranno essere lavate senza strofinare ma tamponando la parte e disinfettate con appositi colliri applicati sulle crosticine stesse e su queste non si applicano né creme né unguenti e ciò per abbreviare il tempo di caduta delle stesse. Dopo la caduta delle croste la nuova pelle che appare rosea andrà contraendosi aprendo lo sguardo.

Quante sedute occorrono per avere dei risultati ottimali?

Generalmente occorrono dalle 3 alle 4 sedute in modo tale da non provocare edema eccessivo e consentire alla paziente la pronta ripresa lavorativa.

La stessa metodica può essere applicata in altri campi di azione?

La risposta è Si, il Plexer può essere utilizzato con la medesima tecnica di sublimazione dello strato corneo per ridurre il codice a bare delle labbra cosi come le finissime rughe del terzo medio-inferiore del volto